Le Corbousier, Villa Savoye 1928-31

La villa Savoye è il manifesto della casa razionalista. Le regole per la costruzione della casa razionalista sono dettate dallo stesso Le Corbousier in cinque punti.

  1. I pilotis: l’uso del cemento armato consente di costruire degli esili pilastri che permettono di sollevare la casa dal terreno.
  2. Il tetto non serve più per allontanare le acque ma piuttosto per raccoglierle. In questo modo la copertura, perfettamente impermeabilizzata, può ospitare un prato ed accogliere fiori e arbusti.
  3. La pianta libera: l’uso di uno scheletro in cemento armato, permette alle piante dei vari piani di conformarsi in maniera più funzionale.
  4. La facciata libera: i muri svincolati dalla loro funzione portante possono essere arretrati rispetto ai pilastri in una composizione più libera.
  5. La finestra a nastro: le finestre non saranno più solamente dei buchi nei muri, ma potranno grazie all’uso del cemento armato correre ininterrottamente da un lato all’atro permettendo un’illuminazione diffusa e un maggiore ricambio d’aria.

Il piano terra della villa è di servizio per le macchine e per la lavanderia, il primo piano ospita l’intera residenza, mentre l’ultimo piano il solarium ospita il giardino pensile e lo stenditoio. La rampa centrale è l’elemento di collegamento dei piani, che le Corbousier chiama “passeggiata architettonica”, un percorso architettonico che attraversa i differenti spazi della villa. La rampa introduce ad una percezione degli spazi in movimento di natura cubista. L’esterno è molto semplice, ma racchiude come abbiamo visto un interno assai complesso. Una scatola bianca sospesa, tagliata dalle lunghe finestre a nastro. Le quattro facciate pressoché uguali negano la divisione classica tra facciata principale e facciate secondarie, rendendo l’abitazione non monumentale. Le Corbousier è il grande maestro dell’architettura moderna e la ville Savoye rappresenta uno dei suoi più grandi capolavori, insieme a l’Unità di abitazione di Marsiglia, la cappella di Ronchamp, il convento della Tourette e l’impianto urbanistico di Chandigarh.

AP - Disegno e Storia dell'arte

 

Visita il sito web: disegnostoriaarte.annibalepinotti.it

  • Disegno
  • Storia dell'arte

AP - Tecnologia

 

Visita il sito web: tecnologia.annibalepinotti.it

  • Materiali
  • Aree tecnologiche
  • Disegno
  • Competenze tecnologiche